| 


Associazione Nazionale SINDACATO Professionisti Sanitari della Funzione Infermieristica
Indirizzi internet: www.nursingup.it (con accesso ai siti regionali)
e-Mail info@nursingup.it
 

Roma, 09/11/2016

Ai dirigenti sindacali di ogni livello

E per loro tramite a tutti gli associati

 

Lavori usuranti :  nella legge di stabilità l’infermiere è stato inserito solo parzialmente tra i lavori usuranti  .
          

La legge di stabilità 2017 ha reso piu’ favorevoli i requisiti per l’accesso alla pensione anticipata a chi svolge lavori usuranti ma non ha inserito, a pieno,  tra questi, l’infermiere, come invece,  il Nursing Up chiede da tempo.

 

Stiamo parlando dell’articolo 31 della Legge di Bilancio che prevede le novità che seguono:

 

- Dal 2017 vengono abolite le finestre mobili per accedere alla pensione anticipata, cio’ significa che i lavoratori che svolgono mansioni usuranti, ma tra questi non e’ stato inserito l’infermiere, potranno ritirarsi con quota 97 in presenza di almeno 35 anni di contributi ( non servirà, dunque, attendere 12 o 18 mesi come era previsto fino ad oggi)

 

-  A differenza delle altre categoria, per i lavoratori che svolgono mansioni usuranti non scatteranno nuovi adeguamenti in relazione alle speranze di vita fino al 2025 ( per gli altri questa scatteranno invece gia’ dal 2019)

 

Nonostante la nostra categoria eserciti un’attività di fatto altamente usurante, caratteristica che noi  rivendichiamo da anni , anche presentando  petizioni e proposte di legge al riguardo , lo Stato , ancora una volta dimostra di non comprendere , e conseguentemente apprezzare,  il lavoro degli infermieri, concedendoci solo una residuale deroga.

 

La legge , infatti, all’articolo 30, inserisce “le professioni sanitarie infermieristiche ed ostetriche ospedaliere con lavori organizzati in turni” tra i lavoratori usuranti ma i vantaggi pensionistici , qui, si limitano ai lavoratori precoci ( quelli che hanno gia’ maturato almeno un anno di contributi prima del compimento dei 19 anni) , per i quali basteranno ai fini pensionistici 41 anni di contributi.

           

Cosa dire , se non che ancora una volta lo Stato italiano ha perso la possibilità di considerare  il lavoro degli infermieri per il suo elevatissimo valore sociale e che, ancora una volta, l’infermiere viene dimenticato e messo in disparte.

 

Tutto questo non ci dissuade dal nostro lavoro , per questo Nursing Up continuerà a combattere in ogni sede , domani  ancor più forti della maggiore rappresentatività , per restituire alla nostra professione l’elevata dignità sociale che merita.

 

Nursing Up

Il Sindacato degli Infermieri Italiani

Associazione Nazionale
Sindacato Professionisti Sanitari della Funzione Infermieristica

CF: 96340350584