| 

PENSIONI: NURSING UP, LAVORO INFERMIERI GRAVOSO MA NON USURANTE? NO A CONTENTINO

Fonte: AdnKronos Salute - Data: 05/02/2018

PENSIONI: NURSING UP, LAVORO INFERMIERI GRAVOSO MA NON USURANTE? NO A CONTENTINO    

Roma, 5 feb. (AdnKronos Salute) - "Ancora una volta la politica non
considera la nostra come attività usurante e ci riserva
l'insignificante contentino di riconoscere il lavoro degli infermieri
come attività gravosa: una cosa veramente ridicola". Così il
presidente del sindacato Nursing Up, Antonio De Palma, commenta il
decreto firmato venerdì scorso dal ministro del Lavoro, Giuliano
Poletti, in cui è sancito lo stop dell'età pensionabile a 66 anni e 7
mesi per 15 lavori gravosi, tra cui quello dell'infermiere. "Il
Governo - continua De Palma - non avrebbe dovuto ricorrere al
surrogato dell'attività gravosa, che è solo offensivo per la categoria
degli infermieri. Siamo una categoria che svolge una vera e propria
attività usurante e non abbiamo bisogno di riconoscimenti
inconsistenti: quello che il Governo avrebbe dovuto fare per gli
infermieri era riconoscere la professione come attività usurante.
"Siamo arrabbiati per questo contentino e per molte altre ragioni, e
ci faremo sentire il giorno dello sciopero nazionale che sarà il 23
febbraio - avverte il leader degli infermieri - Questa politica
tracotante non si vuole rendere conto del fatto che gli infermieri
svolgono delle funzioni che sono a tutti gli effetti usuranti, senza
se e senza ma". A testimoniare il fatto che il lavoro degli infermieri
è usurante c'è purtroppo l'elevato riscontro nella categoria delle
professioni infermieristiche di problemi stress lavoro correlato e
burn out, secondo quanto emerso da studi dell'Osservatorio nazionale
stress lavoro correlato, burn out e mobbing, nonché da quelli
dell'Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro. (segue)

PENSIONI: NURSING UP, LAVORO INFERMIERI GRAVOSO MA NON USURANTE? NO A CONTENTINO (2)
(AdnKronos Salute) - Nursing Up ha proclamato lo sciopero nazionale
degli infermieri e del personale del comparto sanità per il 23
febbraio, "avendo trovato inaccettabile la carenza di risorse dovuta
al disinteresse del Governo verso gli infermieri e gli altri
lavoratori del Ssn. Dopo aver cercato inutilmente risposte sul rinnovo
del contratto nazionale di lavoro, il comparto sanità si fermerà per
protestare contro: i tagli lineari delle dotazioni organiche, il
demansionamento degli infermieri e di tutti i professionisti sanitari,
le pretese di deroghe indiscriminate alle ore di riposo giornaliere e
al riposo settimanale".
(Com-Ram/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
05-FEB-18 16:40
NNNN

Associazione Nazionale
Sindacato Professionisti Sanitari della Funzione Infermieristica

CF: 96340350584