| 

Associazione Nazionale SINDACATO Professionisti Sanitari della Funzione Infermieristica
Indirizzi internet: www.nursingup.it (con accesso ai siti regionali)
e-Mail: info@nursingup.it  - Numero Verde gratuito  : 800959529 ( da telefono fisso)
 

 

Roma 26 Aprile 2014

 

STRESS LAVORO CORRELATO, BURN OUT E MOBBING TRA GLI INFERMIERI:

 PARTE L’ INCHIESTA NAZIONALE  DEL NURSING UP PER L’ANALISI DEL FENOMENO ED  EVENTUALE DENUNCIA.

 

Studi ed approfondimenti promossi dal  Nursing Up confermano un’evidenza  che  da anni il nostro sindacato propone all’attenzione delle istituzioni e dei media : gli operatori sanitari, in particolare gli infermieri, sono soggetti a molteplici rischi: si va dai fattori di rischio specifici come quelli fisici (es. radiazioni), chimici (anestetici), biologici (agenti infettivi), a quelli generici legati ad attività comuni o a stress da lavoro.

Nella professione infermieristica il carico di lavoro, lo stile della dirigenza, la qualità delle relazioni professionali e il coinvolgimento emotivo, hanno un peso significativo su stress e burnout del personale.

Si pensi che nell’Unione Europea lo stress legato all’attività lavorativa è il secondo problema di salute più comune, dopo il dolore alla schiena, che colpisce quasi un lavoratore su tre.

 

 

  • Sono 40 milioni i lavoratori che ogni anno accusano disturbi correlabili allo stress, con un conseguente costo sociale che ammonta a 20 miliardi di euro.
  • Il 50% di questi lavoratori ritiene che la causa principale sia la pressione temporale (troppo da fare in poco tempo).
  • Oltre il 30% ritiene che la causa principale sia il mancato controllo sul compito.
  • Il 23% attribuisce allo stress frequenti sintomi di stanchezza generalizzata (senza causa apparente e ancor prima di iniziare la giornata lavorativa) . Parliamo di dati forniti dall’Agenzia Europea per la Sicurezzae la Salutesul Lavoro (Bilbao).

In particolare, nella popolazione infermieristica lo stress lavorativo è stato associato a disturbi del sonno, fatica cronica, dolori muscoloscheletrici, dispepsia e sindrome del colon irritabile, mal di testa, depressione, burnout, percezione soggettiva di scarsa salute, insoddisfazione lavorativa, demotivazione, elevato turnover, assenteismo, infortunio, abuso di alcool, farmaci e tabagismo.

Questo impatto è diverso in funzione della soggettività di ciascun infermiere variando considerevolmente anche tra i diversi ambienti e le differenti aree d’intervento (medicina, chirurgia, pronto soccorso/urgenza, psichiatria ecc), ovvero anche in base ad aspetti oggettivi della realtà lavorativa e alle scelte operate nel contesto organizzativo di lavoro.

Per questi motivi ed in relazione alla circostanza che fino ad oggi la voce degli infermieri su questo problema non ha trovato attenzioni da parte delle Istituzioni italiane, il Nursing up ha avviato un progetto finalizzato a costruire un dossier sulla materia, da portare all’attenzione delle istituzioni, sino a quelle dell’Unione Europea, forse più attente alla problematica in questione.

Con il mese di maggio 2014 parte un’iniziativa senza precedenti.

E’ NECESSARIO PREVENIRE ULTERIORI, SERIE RIPERCUSSIONI SUGLI INFERMIERI;

per questo Nursing Up ha deciso di offrire ai colleghi gli strumenti necessari per difendersi da queste situazioni, prevenirne l’evolversi e contemporaneamente documentare, documentare e documentare, per creare i presupposti necessari per agire sulle istituzioni, dapprima quelle italiane e poi quelle sovra nazionali .

ECCO COME INTENDIAMO ASSISTERE I NOSTRI ISCRITTI CONTRO STRESS, BURN OUT E MOBBING.

Nursing Up ha stipulato un accordo di collaborazione con l’ ENAIOS, Ente di assistenza dedicato agli iscritti Nursing Up e pertanto,  dal 05 maggio p.v., avranno inizio le seguenti attività, tutte totalmente gratuite per l’associato ENAIOS.

1)      Istituzione di uno sportello di ascolto per la prevenzione stress lavoro correlato, burnout e mobbing, gestito da uno psicologo esperto della materia del lavoro.

Questo servizio, si occuperà di accogliere le richieste di sostegno di infermieri che sentono di vivere vessazioni, violenze psicologiche sul posto di lavoro.

 

Lo Sportello telefonico sarà attivo per tre giorni a settimana, si potrà accedere, solo dopo la registrazione, attraverso il sito internet www.nursingup.it o www.enaios.it

 

Ed ancora, nei casi in cui non sia sufficiente il consulto dello specialista psicologo e sempre ché quest’ultimo ne ravvisi la necessità, l’associato sarà affidato ad un Servizio integrativo di medicina del lavoro e potrà avere , completamente a carico del sindacato, una perizia  medico legale .

 

Istituzione di un servizio on demand chiamato “Lo psicologo risponde” , che si occuperà di dare risposte chiare agli interrogativi degli associati che l’ente riterrà particolarmente rappresentativi di problematiche che riguardano la collettività infermieristica. Le risposte fornite dallo psicologo , in completo anonimato saranno pubblicate sul sito internet a beneficio di tutti gli associati. 

 

NASCE L’ AMBASCIATORE STRESS LAVORO CORRELATO, BURN OUT E MOBBING

 

Parte integrante del progetto è la prevista individuazione su tutto il territorio nazionale di “ambasciatori per la prevenzione ed inchiesta sul fenomeno dello stress lavoro correlato, burn out e mobbing” .

 

A tal riguardo saranno individuati dirigenti sindacali del Nursing Up , che verranno informati , all’inizio mediante uno specifico incontro e successivamente con periodici aggiornamenti sulle tematiche delle quali si occuperanno così da supportare gli infermieri operanti presso le varie strutture ospedaliere ed a farsi da tramite per eventuali problematiche che riguardano i gruppi .

 

L'Ambasciatore per la tutela contro lo stress lavoro correlato, burnout ed il mobbing è un dirigente sindacale del Nursing Up, sindacato infermieri italiani partner dell'Ente ENAIOS sms in questo ambizioso progetto, che ha assunto l'incarico di dedicarsi in maniera particolare alla tutela degli infermieri in materia di stress lavoro correlato, bornout e/o mobbing  in ogni azienda sanitaria ove ciò è possibile, sia in ambito pubblico che privato. 


Ogni Ambasciatore viene informato per affrontare nella maniera migliore il proprio incarico attraverso specifiche sessioni tenute dallo psicologo incaricato ed avrà il compito di monitorare la situazione relativa alla salute, sicurezza e benessere psicofisico dei lavoratori nell' azienda di appartenenza.

 

    
BISOGNA PREPARARSI AD UNA BATTAGLIA EPOCALE IN NOME DEGLI INFERMIERI ITALIANI, UN'INCHIESTA GENERALIZZATA IN TUTTE LE AZIENDE SANITARIE OVE SIAMO PRESENTI .

 

PARTENDO DA QUESTO E DI FRONTE ALL ’ OTTUSITA’ DEL NOSTRO SISTEMA, SAREMO PRONTI A DENUNCIARE L’ITALIA ALL’EUROPA, SINO A CHIEDERNE LA COSTITUZIONE IN MORA SE NECESSARIO.

 

Tutte le attività descritte consentiranno al nostro Sindacato di raccogliere, ovviamente nel totale anonimato dei colleghi in difficoltà, i dati sullo stress lavoro correlato sul burn out e/o sul mobbing relativi all’enorme platea degli infermieri italiani e quindi saremo in grado di elevare il generalizzato verificarsi di tali fenomeni a “patologia preponderante nella collettività professionale” .

Da qui in avanti, con il sostegno formale delle numerose perizie realizzate in modalità campione su tutto il territorio nazionale sarà possibile denunciare, con il coinvolgimento attivo degli ambasciatori operanti nelle aziende sanitarie e dapprima alle istituzioni italiane, quei fenomeni che coinvolgono gruppi omogenei di professionisti o che in quanto generati da condizioni di grave disagio organizzativo si qualificano come condizione di evidente  pericolo e/o criticità per l’esercizio infermieristico .

 

Ma se tutto questo non bastasse …

 

Nursing Up è pronto in caso di “sordità” delle istituzioni italiane ai risultati dell’inchiesta promossa, a denunciare la grave realtà infermieristica  presso l’Unione Europea  , portando in tale sede tutta la documentazione sanitaria probatoria  raccolta .

 

Abbiamo già messo in programma un viaggio di approfondimento presso  la Commissione Europea per acquisire le conoscenze necessarie sul funzionamento delle istituzioni a tale livello,  e per l’individuazione dei soggetti da coinvolgere nell’ambito delle attività di inchiesta attivate dal sindacato.

 

Il Nursing Up dimostrerà, certificazioni specialistiche e medico legali alla mano, le vessazione che gli infermieri italiani subiscono ogni giorno, testimoniate dal dilagare pericolosissimo dello stress lavoro correlato, burn out e mobbing.

 

Allegata circolare organizzativa. (solo per i dirigenti sindacali)

 

Lunga vita al nursing Up

 

Il Presidente

 

Antonio De Palma 

Associazione Nazionale
Sindacato Professionisti Sanitari della Funzione Infermieristica

CF: 96340350584